Territorio ed attività

Esperienze turistiche

Altre pagine dedicate a "Territorio ed attività"


Itinerario “Sui passi di Maria…Castelvetere e il 28 aprile”

Categoria: Visite guidate

Location:

Castelvetere Sul Calore

Costo:

Descrizione:

Il pane, i fiori, i canti, l’oro…
Ritrovo in Piazza Monumento e proseguimento verso il Santuario diocesano di Maria SS delle Grazie che al suo interno custodisce un prezioso trittico quattrocentesco della Madonna col Bambino affiancata dai santi Giovanni Battista ed Evangelista.
Visita al “forno della Panificazione”, altro luogo cardine della festa del 28 aprile.
Visita della chiesa di san Lorenzo, un tempo sede della confraternita della Madonna delle Grazie.
Con questo percorso si offre al visitatore la possibilità di conoscere uno degli aspetti religiosi e antropologici più significativi per la comunità di Castelvetere sul Calore: la festa del 28 aprile.
Itinerario a cura della ProLoco Castelvetere.

Itinerario “Tra passato e presente”

Categoria: Visite guidate

Location:

Castelvetere Sul Calore

Costo:

Descrizione:

Le tracce, la storia, i sapori…
Ritrovo in Piazza Monumento e risalita verso l’antico borgo per visita guidata.
Il caratteristico impianto medievale della struttura, con ambienti e locali un tempo abitazioni sia signorili che popolane, oggi costituiscono un esclusivo Albergo Diffuso.
Visita della chiesa dell’Assunta e dell’Oratorio della Madonna del Carmine, splendidi esempi di arte e artigianato locale, entrambi inglobati all’interno del borgo.
Si tratta di un percorso incentrato unicamente sul borgo medievale di Castelvetere S.C.: una visita esclusiva per chi volesse riscoprire l’unicità di un soggiorno alternativo immerso nel cuore dell’Irpinia.
Itinerario a cura della ProLoco Castelvetere.

Itinerario “Tracce di storia e di vita tra natura e paesaggio”

Categoria: Escursioni, Visite guidate

Location:

Castelvetere Sul Calore

Costo:

Descrizione:

I luoghi, i monumenti, la vita ascetica…
Ritrovo in Piazza Monumento. A piedi, attraverso il nuovo cimitero, si raggiunge l’antica cappella cimiteriale edificata nel 1794 e, pertanto, una delle prime in Italia, antecedente all’editto di Saint-Cloud del 1804.
Sempre a piedi, da qui si raggiunge la taverna di santa Lucia; una recente epigrafe commemorativa informa il visitatore che qui, nel 1837, il giovane Francesco De Sanctis sostò durante il viaggio che da Napoli lo riportava alla sua Morra.
Si riparte alla volta dell’eremo di San Michele dell’Elce, chiesetta trecentesca dedicata al culto dell’Arcangelo.
Rientro in paese e risalita verso il borgo medievale per visita dello stesso.
N.B. Il percorso è di circa 4 Km.
E' un percorso dedicato agli amanti del trekking, che si snoda tra natura e paesaggio, non trascurando alcuni dei luoghi storico-artistici più importanti del piccolo centro irpino.
Itinerario a cura della ProLoco Castelvetere.